fbpx

Le oscenità delle campagne elettorali per le elezioni europee

SITUAZIONE DIRITTI LGBT IN EUROPA

Non manca molto alle elezioni europee e guardando le campagne elettorali non sembra esserci limite al peggio. C’è chi si elogia a paladino della giustizia senza averne il diritto e c’è chi spara cavolate senza un minimo di contesta. Ridiamoci su per non piangere che è meglio.

Matteo Salvini e la sua campagna elettorale per le elezioni europee: uomini incinti, meno Europa, più Italia

Fidatevi: non è un brain storming casuale, ma un post per la campagna elettorale. Quando ho visto questo post non ho potuto non ridere. Cosa c’entra la gravidanza delle persone trans con l’Europa? E poi, tralasciando tutto ciò, siamo sicuri che Salvini non viva nel paese della Mulino Bianco? Solo lì una famiglia del genere può esistere.

Non dico che non esistano più le famiglie tradizionali di una volta, ma sicuramente neanche questo rappresenta la normalità (giusto per citare qualcuno a caso). Inoltre 9 su 10 coppie che ricorrono alla gestazione per altri sono coppie eterosessuali. Questa immagine è solo ridicola. Inoltre, mi viene dubbio, ma Salvini non era ministro dei trasporti? perché vuole fare il tuttologo?

Alessandro Zan e la risposta a Salvini: dalla padella alle brace

Se con Salvini eravamo arrivati a toccare il ridicolo, non ci va meglio con Alessandro Zan che si limita a ridicolizzare l’avversario e a ereggersi a paladino della giustizia. Ricordiamo a Zan che lui e il suo partito, il Pd, per diritti delle persone LGBT+ quando erano al governo hanno fatto poco di concreto.

Ricordiamo, inoltre, che il ddl Zan è stato affossato al Senato e non era nemmeno una legge precisa. Aveva bisogno di importanti modifiche. Insomma siamo tutti bravi a giudicare.

Il post passa da una foto più ridicola all’altra evidenziando esclusivamente quanto si può essere ridicoli per qualche voto in più:

  1. cosa c’entra Salvini a petto nudo con la legge 194?
  2. cosa c’entra Salvini con la maglia di Putin in Russia (foto vecchia) con le famiglie arcobaleno?
  3. cosa c’entra Salvini con un’arma in mano e poi le bandiere arcobaleno?

Il post conclude così: “Anche Meno, Salvini” scritto  caratteri cubitali. Io aggiungo: “Anche meno, Zan”. Non stiamo facendo una lotta di cuscini tra bambini, ma si sta scherzando su dei diritti fondamentali di persone!

Giorgia Meloni e la sua campagna elettorale per le elezioni Europee del 2024: l’Europa “per le donne”

 

Se leggendo il post, di primo impatto, sembrano non esserci problemi, in realtà è tutta una maschera.

  1. Riconoscere lo stupro in assenza di consenso per migliorare la normativa europea significa poco e niente. Alcune donne non riescono a pronunciare il fatidico “no”.  Alcune rimangono immobilizzate dalla paura, altre vengono persino drogate e non capiscono quello che stanno subendo fino a che non tornano lucide. Molte altre hanno paura di denunciare. Il problema dell’abuso sessuale è molto più grave e non si può migliorare la normativa solo in questo senso;
  2. L’utero in affitto o gestazione per altri non toglie la dignità ad una donna. Chi offre il proprio utero lo fa in modo completante consenziente e aiuta chi non può avere figli;
  3. Promuovere l’occupazione e l’imprenditoria femminile non può essere possibile se non si risolvono i problemi di base come l’assenza del salario minimo o l’aumento inutile dei prodotti per l’infanzia.

Quindi chi dobbiamo votare?

Insomma, ognuno avrà un po’ la sua idea e di sicuro io andrò a votare perché non voglio che gli altri decidano anche per me. Non possiamo lamentarci che chi sale poi non ci va bene se nemmeno diamo una nostra “opinione”.  Una domanda però me la sono posta: non si può votare per il circo Orfei?

 

Raph

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *