fbpx

Grindr. Che cerchi?

Facilita i nuovi incontri ed è ottima per il sesso “mordi e fuggi” e senza aspettative. Eppure non è così scontato riuscire a rimorchiare. E, quando accade, raramente si va al di là del sesso. Tutto sommato è stata inventata per questo. O forse no? 

Un’app che si presenta con un reticolo di fotografie di gente più o meno svestita e il numero dei metri che ti separa dagli altri utenti, secondo te, per cosa è stata progettata? Per farti trovare l’amore o il tuo nuovo migliore amico? Non esattamente. L’obiettivo di tutte le app per incontri è quello di mettere in contatto persone vicine che hanno voglia di… incontrarsi di persona. Punto. Quel che ne vien durante e dopo quell’appuntamento non dipende dalla app in sé, quanto dalla precisa volontà degli utenti che scelgono di incontrarsi di persona. 

In molti lamentano che “in chat tutti cercano solo sesso”. Be’, non è proprio così e, anche se lo fosse, non ci sarebbe nulla di male. Siccome molti gay soffrono di sessuofobia e non hanno superato la propria omofobia interiorizzata (che li spinge a credere che i gay siano tutti malati di sesso), criticano pesantemente chi ha, propone e promuove una vita sessuale attiva, chi semplicemente vive e si gode il sesso nei suoi aspetti più ludici e ricreativi. Sono quelli che, sì, chattano ma sono molto chiari sul tema: “io non cerco sesso”.

Se e quando riescono a combinare un incontro, prima di qualche settimana o un mese non si concedono sessualmente alla persona che hanno iniziato a frequentare. A volte non si va oltre un caffè, ma altre volte ci si piace e la cosa va avanti. Pensano però che il sesso debba arrivare in un secondo momento perché “se gliela dai subito” fai la figura della t*oia e l’atro penserà che “sei come tutti gli altri”. Ritengono quindi fondamentale vagliare, aspettare, rimandare, per ponderare attentamente la decisione di dargliela o meno (la felicità) onde evitare il rischio di un ennesimo fuoco di paglia, di bruciare le tappe, di sembrare uno qualsiasi, rovinare la nuova conoscenza e perdere l’altro. 

Questi ragionamenti possono anche risultare efficaci per qualcuno ma non direi che sono da prendere d’esempio, anzi. Il sesso (oltre a essere un piacevole e salutare bisogno fisico) è fondamentale all’interno della coppia. Per questo è altrettanto fondamentale capire se c’è compatibilità sessuale con un papabile partner a lungo termine, o “persona della mia vita” per chi ha nella testa il concetto di amore romantico. Aspettare non cambierà quel che è destinato a essere. Pertanto, se in chat ti piace qualcuno, non esitare. Accada quel che accada, sappi solo che non sarà né merito né colpa delle app.

Alessandro Cozzolino, life coach

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *