fbpx

“Sono un idraulico, non posso essere gay!” E uccide l’uomo con cui prima era a letto

Sono idraulico non posso essere gay. In Nigeria un uomo si difende così dall'accusa di omicidio

Un idraulico in Nigeria non può essere gay.
In realtà in Nigeria nessuno può essere omosessuale, perché rischia cento frustate, dai quattro ai quattordici anni di carcere e la morte per lapidazione.
Quello che però voleva lasciare intendere quest’uomo è un’altra cosa.
L’idraulico nell’immaginario collettivo delle etichette (sbagliate) è visto come una figura eterosessuale.
Certo…infatti se uno è gay non può fare l’idraulico…che siamo pazzi! -.-“

Angus Chukwuebuka Nwankw ha usato questa scusa, ovvero di essere un idraulico, per “difendere” la sua eterosessualità e le prove per l’omicidio che ha commesso ai danni di Willswagg.
In realtà, come viene riportato anche dal sito “Gay.it“, all’uomo nigeriano interessava più giustificare i suoi gusti sessuali che l’aggressione ai danni della vittima.

Sono un idraulico non posso essere gay. In Nigeria un uomo si difende così dall'accusa di omicidioL’idraulico gay che prima va a letto con uomo e poi lo deruba e uccide

Angus Chukwuebuka Nwankw è l’uomo nigeriano condannato per l’omicidio di Willswagg.
Lo ha ucciso dopo che tra i due c’è stato un rapporto intimo.
I due ragazzi si sono conosciuti su “Facebook” e dopo un anno passato a chattare finalmente si sono incontrati.
Angus, parrebbe aver accettato di vedere Willswagg solamente perché quest’ultimo gli ha offerto 20.000 naire nigeriane per fare sesso.
Ovviamente l’idraulico, che è così convinto di essere eterosessuale e di non provare alcuna attrazione verso gli uomini, ha accettato senza troppi indugi.

L’uomo ha confessato a suo fratello, Chidiebere Omeyi, che si sarebbe incontrato con un ragazzo.
Chidiebere Omeyi, quindi, ha pensato bene di consigliare ad Angus di derubare Willswagg.
I due hanno pianificato nei dettagli la rapina che, purtroppo, si è trasformata in un omicidio.
Willswagg ha provato a difendersi, ma i due aggressori lo hanno picchiato a morte per poi gettare il corpo del ragazzo lungo un sentiero.
Angus Chukwuebuka Nwankw è stato arrestato e, dopo aver confessato il proprio crimine, ha voluto più che altro difendere la sua eterosessualità.
Ha precisato, infatti, che non può essere gay in quanto è un idraulico.

Quello che possiamo ipotizzare, ovviamente senza giustificare minimamente quello che l’uomo ha fatto, è che lui abbia preferito difendere la sua eterosessualità per non essere lapidato in quanto omosessuale.
Purtroppo sappiamo benissimo che in quasi tutta l’Africa, come ad esempio in Zambia e in particolar modo in Nigeria, non ci sono diritti per le persone LGBTQ+.
Inoltre, ci sembra di intuire, che ci siano pene più severe per le persone gay che per chi commette un omicidio.
Tuttavia, queste scuse del tipo “Io faccio l’idraulico” o “Io faccio il muratore” e quindi non posso essere gay devono finire.
Siamo tutte persone e ogni uno di non è libero di essere se stesso e di fare il lavoro che più preferisce.

 

 

Simone D’Avolio

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *