fbpx

Pillon: Armani simbolo della guerriglia contro le lobby LGBT+

Dopo essersi improvvisato opinionista sulle cose più importanti, sparando ovviamente cavolate rieccolo qui. Pensate che denunce e migliaia di euro di risarcimento lo avrebbero fermato? Nossignore! Simone Pillon, ex senatore leghista, omofobo di secondo cognome e famoso per non collezionare francobolli, ma denunce, dopo aver tentato (male) di commentare l’arte non si arrende e prova con la moda.

Per Pillon la scelta di Armani è simbolo della guerriglia contro le lobby gay

Il tweet, come qualsiasi cosa che dice, si commenta un po’ da solo grazie alla sua assurdità. Ma andiamo passo per passo.

La settimana della moda maschile di Milano si è appena conclusa con l’ultima sfilata di Giorgio Armani. Nelle ultime parti di essa, lo stilista, ha deciso di inserire una serie di coppie etero perché è “una realtà che piace a tutti”, così ha dichiarato in una recente intervista” alzando non poche polemiche.

Armani dichiara inoltre  che nella sfilata “si parla di un uomo e di una donna che si vogliono bene, che si amano. Facciamo vedere questa realtà che piace a tutti: poi ci sono le trasgressioni, le varianti, le modernità. Vanno bene , non dico nulla naturalmente, ma mi piaceva rivedere una coppia carina“.

A questo punto mi domando: è veramente solo Pillon che ha sbagliato? perché anche Armani sembra dichiarare che solo le coppie etero piacciono a tutti. Questo è quello che molti della comunità LGBTQ+ hanno compreso almeno. Lo stilista ha cercato difendersi dicendo che “non si è conservatori se ci si veste bene e non si è conservatori se si è affascinati dall’amor cortese”, ma che cosa c’entra? perché se non è etero l’amore non è cortese.

Insomma, questa storia più la si legge e meno la si capisce. Secondo Armani, a quanto pare, essere etero è la vera trasgressione e gli omosessuali si dovrebbero vestire più da uomini. O almeno, così ha dichiarato in un’intervista del 2015.

Mi sa che il nostro Pillon stia semplicemente assecondando un’idea e che stavolta non è il solo a dire una cavolata gigantesca. Ricordiamo a tutt* che essere omosessuali non è una moda o una trasgressione. Lo si è e basta. Questa “normalità” che tanto voi elogiate, cari miei, non esiste. Chiamiamola con il giusto nome: omofobia. Secondo voi, cosa è veramente normale?

 

Raph

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *