fbpx

Modica: cambia il prezzo del caffè se sei uomo, donna o LGBT+

Immaginatevi in una normalissima giornata qualunque. Siete in giro per Modica e avete voglia di caffè. A questo punto decidete di andare a cercare un bar. Finalmente lo trovate e decidete di entrare e chiedere un bel caffè caldo. Il barista, invece di chiedervi se lo volete liscio o macchiato, vi domanda: “ma lei è uomo, donna o fa parte della comunità LGBT+?”. Provate a chiedere in che senso e vi risponde: “non ha visto il cartello fuori? A seconda di come ti indentifichi il prezzo cambia“. Increduli andate fuori a vedere e trovate il cartello… scoppiate a ridere. Almeno, io scoppierei a ridere.

In un bar di Modica il caffè ha 3 prezzi diversi: se sei uomo €0.80, se sei donna €0.70, se sei della comunità LGBT+ €0.75

Visualizza immagine di origine

Quando ho letto la notizia sono scoppiato a ridere. Ho pensato ad una classica fake news scritta su un giornale per divertimento. Poi, ho visto che la notizia era stata pubblicata dal Corriere della Sera. La presidentessa dell’Arcigay di Ragusa ha definito questo gesto agghiacciante e irrispettoso. Il proprietario, invece, ha dichiarato di non essere omofobo e che voleva essere una cosa scherzosa.

Personalmente penso che non ci sia nulla da scherzare. Penso anche la reazione della presidentessa sia stata un po’ esagerata, soprattutto perché ha scritto questo post su Facebook:

Offerte da prendere “AL VOLO” a Modica!

Super PROMO DISCRIMINATORIA per LGBTQIA”T” + (una TRANS in più mettiamola vah)… caffè a soli 0,75€ …

Come funziona? Semplice. Andate al banco e consumate un bel caffè, poi dirigetevi in cassa per pagare il conto e dite che siete GAY, TRANSESSUALI, BISESSUALI, QUEER ECC e viene immediatamente applicato lo sconto.

Il listino prezzi è in fase di aggiornamento.
A breve sconti per EBREI, RAZZA ARIANA, NERI, BELLI E BRUTTI, GRASSI E MAGRI e altre “CATEGORIE”…

Tutto questo nel 2022 è semplicemente AGGHIACCIANTE E INACCETTABILE!!!

Mentre noi attivist* ci battiamo per far sì che già alle prossime elezioni vengano tolte definitivamente ai seggi le file “UOMINI” e “DONNE” per tutelate la comunità INTERSESSUALE e TRANSESSUALE, in giro c’è ancora chi DISCRIMINA VISIBILMENTE la comunità LGBTQIA+?
Dobbiamo ancora leggere queste CAGATE ASSURDE?

VOGLIAMO DELLE SPIEGAZIONI, DELLE SCUSE E SOPRATTUTTO CHE QUEL CARTELLO VENGA IMMEDIATAMENTE RIMOSSO.

Conclusioni

Sono pienamente d’accordo che sia una categorizzazione inutile e magari uno scherzo di cattivo gusto. Certe affermazioni come “a breve sconti per ebrei” sono davvero eccessive e si rischia di estremizzare al contrario la vicenda che, come scritto, va comunque e giustamente segnalata e risolta. Quando si lotta per i diritti e contro le discriminazioni bisogna anche avere una mente aperta e distinguere uno scherzo/battuta a un qualcosa di discriminatorio.

Le file uomo/donna sono discriminatorie. Lui, invece, è solo un barista con un po’ di black humor. Non dobbiamo offenderci su ogni cosa o si rischia di risultare troppo pesanti. Per la felicità di tutt*, l’offerta scade il 30 Ottobre e questa storia finirà sicuramente nel dimenticatoio. Le discriminazioni per cui lottare sono davvero tante e alcune sono anche più importanti di questa. Questo barista non ha insultato verbalmente o aggredito fisicamente nessuno. Bisogna dare a ogni cosa la giusta misura.

 

Raph

 

Fonte: Corriere della Sera