fbpx

Persone transgender nel mondo arabo: celebrità e icone sui Social ma invisibili per i diritti

persone transgender arabe icone grazie ai Social anche se restano senza diritti civili

La vita per le persone transgender arabe non è per nulla facile. In molti Stati appartenere alla comunità LGBT+ è un crimine che può essere punito con il carcere o la pena di morte. In altri, invece, c’è più tolleranza. Nonostante ciò, però, le persone arcobaleno non vengono considerate e restano invisibili per quanto riguarda i diritti civili.

Ho scelto di scrivere questo articolo su segnalazione di Naman Tarcha, giornalista siriano Founder e CEO del magazine Arabesc, perché nel mese del Pride è doveroso ricordare che nei Paesi arabi un Pride Month non c’è. Questo, però, non significa che le persone LGBT+ non esistono. Anzi, la comunità queer araba e musulmana esiste eccome. Purtroppo, il più delle volte le persone appartenenti alla nostra comunità si devono nascondere per paura di subire violenze. Per fortuna, però, ad aiutarle in una inclusione maggiore ci sono le persone transgender arabe che, soprattutto grazie ai Social, sono diventate delle celebrità.

Persone transgender arabe: dall’Egitto al Libano, passando per il Marocco, il Kuwait e l’Algeria

Nel mese del pride vanno ricordate tutte quelle persone transgender arabe che sono diventate delle celebrità e che sembrano dare un po’ di speranza e di luce a tutte le persone LGBT+ del mondo arabo.

In Egitto, infatti, vanno ricordate Sally Abdallah (guida turistica nata uomo e che ha scelto di intraprendere il percorso di transizione), Hanan Al Taweel (prima attrice egiziana a cambiare sesso), Nour Hisham Selim (attore che nacque in un corpo da donna che non sentiva proprio) e Malak Al Kashef (attivista che venne cacciata di casa quando decise di non essere più Malek).

In Libano, invece, le persone transgender diventate icone sono Haifa Magic (cantante che ha fatto il percorso di transizione), Samer Bretaa (makeup artist di numerose celebrità arabe che anche dopo la transizione ha scelto comunque di continuare a chiamarsi con il nome già presente all’anagrafe). Anche Fifo è makeup artist e da quando è nel copro che sente proprio è anche un volto noto della tv e influencer. Infine, Robert Abi Nader, stilista libanese che purtroppo è dovut* fuggire dal suo Stato per aver sofferto troppo.

Marocco, Kuwait e Algeria: una icona transgender a testa, ecco chi sono

Ora ci spostiamo in Marocco. Anche in questo Stato ci sono persone transgender che sono delle celebrità. Nour (ballerina che ha intrapreso il percorso di transizione nel 2004 in Svizzera. Purtroppo, nonostante ciò, il tribunale marocchino si è rifiutato di cambiarle il nome sui documenti e quindi ha potuto solo accorciarlo da Noureddine a Nour). Per il Kuwait va menzionata la registra e attrice Bashayer. Classe 1989, ha iniziato la sua carriera da attrice nel 2011 e ha fatto scalpore quando ha ammesso di aver cambiato sesso due anni prima dal suo debutto. Concludiamo con l’Algeria. Jad Wehbe è una influencer ed è considerata la prima persona transgender celebre in questo Stato.

Queste sono le persone transgender arabe che possono dare speranza a tutte le persone della nostra comunità nei paesi arabi. Per avere maggiori dettagli su queste celebrità, puoi cliccare sulla fonte che trovi a fine articolo.

 

 

Fonte notizia e immagine copertina: Arabesc.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *