fbpx

Body Shaming: ancora non è finito

Qualche giorno fa mi sono trovato a passeggiare per le vie della mia città con una paio di amiche. Andiamo a prendere la metro e mi ritrovo a metà delle scalinate una ragazza con dei paramedici perché era molto pallida e non si sentiva bene. Allontanandoci un po’, una delle mie amiche mi guarda e mi dice: “Vedi, tu fai fatica a mangiare e ti vedi grass*, ma guarda quella come si è conciata. Ci credo che sta male“. La ragazza in questione era un po’ robusta e, visto il caldo che c’era, era in pantaloncini neri, calze a rete ed una maglietta a maniche corte bianca. Inutile dire che ero senza parole. Nel 2022 non mi sarei mai immaginato di dover parlare ancora di body shaming. Ma di che cosa si tratta? vediamolo insieme.

Che cos’è il body shaming?

Il body shaming o derisione del corpo è l’atto di deridere/discriminare una persona per il suo aspetto fisico. Quasi tutte le caratteristiche fisiche posso essere presa di mira: l’adiposità o la magrezza, l’altezza o la bassezza, la presenza, l’assenza o la cura della peluria corporea, il colore dei capelli e l’acconciatura, la forma e le dimensioni del pene, del seno, del bacino o del sedere, la muscolatura, la presenza o meno di tatuaggi o piercing, o anche malattie e disturbi considerati antiestetici come l’acne e la psoriasi.

Insomma, la società colpisce ancora creando stereotipi su chi non rispecchia i suoi canoni.  A peggiorare la situazione esistono gruppi, come quelli pro ana (pro anoressia), che promuovono l’anoressia indicando, ad esempio, anche come indurre il vomito al meglio.  Nonostante in passato ci siano state proposte di disegni di legge per condannare l’istigazione all’anoressia, attualmente non vi è una norma che li condanni.

Boiler Summer Cup: Spopola la challenge su Tik Tok

Boiler Summer Cup Punteggio
40-60 KG 2 Punti
60-80 KG 4 Punti
80-90 KG 6 Punti
90-100 KG 6 Punti
110 KG> 8 Punti
140-160 KG 12-14 Punti

È proprio vero che alla stupidità non c’è mai fine. Se per essere magri ci si rivolge a  gruppi tossici, quest’anno, in discoteca, le persone robuste diventano prede. La Boiler Summer Cup, infatti, è una challenge che spopola su Tik Tok dove un ragazzo deve conquistarsi più ragazze grasse possibili.

Un “gioco” in cui i ragazzi sembrano divertirsi molto, soprattutto dai commenti che si leggono sotto i video in cui appaiono intenti a ballare con ragazze ignare di essere riprese (tanto il consenso è un optional) «Ho toccato una boiler di 130 kg». «Io non riesco ad andare oltre i 70 kg». «Quella mi sembra una da 100/110».

È davvero difficile capire quale sia il divertimento. Che ovviamente è nullo per le ragazze prese di mira. Ma, fortunatamente, arrivano anche i video di contro-risposta di utenti indignati da questa sfida che inneggia a un concentrato di squallido body shaming, bullismo e misoginia. Tik Tok è stato tempestivo e degno di nota. Infatti, una sua portavoce ha ribadito che la challenge non verrà considerata come trend da Tik Tok e viola le linee guida del sociale. Inoltre, ha già provveduto ad eliminare i video e continua a vigilare in modo che non  ne vengano pubblicati ulteriori.

Rimuovere contenuti lesivi della dignità altrui prima che diventino virali è un impegno dichiarato e perseguito quotidianamente da TikTok  che solo nel 2021 è riuscito ad identificare e rimuovere il 94% dei contenuti che violavano le policy entro 24 ore dalla loro pubblicazione e il 90% prima di essere visualizzati. Sono stati anche rimossi il 77% dei video relativi a molestie e bullismo prima che venissero segnalati, l’85% entro 24 ore dalla loro pubblicazione. Evidentemente, però, ancora non basta.

Cara società…

Cara società,

sono fiero di non rispettare i canoni perché mi fa sentire una persona autentica. Probabilmente non sarò mia magro o alto o abbastanza bello per te, ma sono felice così. Imparare ad essere se stessi ed amarsi è l’unico vero passo per una vita più serena e migliore. Continuate ad essere voi stess* senza paura.

 

Raph

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.