Giornalisti: morta Delia Vaccarello, ha dato voce alla comunità Lgbt

Standard

CRONACA
Giornalisti: morta Delia Vaccarello, ha dato voce alla comunità Lgbt

Roma, 28 set. (AdnKronos) – E’ scomparsa a seguito di una lunga malattia la giornalista Delia Vaccarello. Scrittrice e attivista Lgbt, si è spenta a 58 anni nella sua casa di Palermo.

Nata nel capoluogo siciliano il 7 ottobre 1960, si è laureata in filosofia con indirizzo antropologico a `La Sapienza´ di Roma e nel 1990 ha cominciato a collaborare con L’Unità, dove ha curato la pagina Lgbti Uno, due, tre… liberi tutti. Ha svolto seminari nelle scuole di giornalismo di Bologna ed Urbino. Nel 2008, per il suo articolo Vivere da gay morire da etero, ha ricevuto per la seconda volta -la prima nel 2004 con l’articolo I militari gay sfidano l’esercito dei pregiudizi – il Journalist Award indetto dalla Commissione europea e collegato alla campagna For Diversity Against Discrimination.

Ha scritto diversi libri tra cui `Gli svergognati: vite di gay, lesbiche, trans… storie di tutti (La Tartaruga edizioni), L’amore secondo noi: ragazzi e ragazze alla ricerca dell’identità (Mondadori), Quando si ama si deve partire (Mondadori). Il suo ultimo lavoro risale al 2010 Evviva la neve (Mondadori). A partire dal 2003 ha curato sempre per la Mondadori la collana di antologie Principesse Azzurre: racconti d’amore e di vita di donne tra donne, nella quale compare anche come autrice.