MOVIMENTO LGBTI BRASILIANO DENUNCIA IL GOVERNO BOLSONARO ALL’ONU

Standard

«In Brasile viviamo un momento di persecuzione esplicita contro le persone Lgbt e contro qualsiasi manifestazione sulla diversità», ha scritto in una nota l’Associazione brasiliana di lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e intersessuali.
Così, il movimento Lgbt brasiliano ha denunciato alle Nazioni Unite la «persecuzione» da parte del governo del presidente Jair Bolsonaro, chiedendo che venga escluso dal Consiglio per i diritti umani. L’associazione si è detta, inoltre, contraria alla rielezione del Brasile come membro del Consiglio dei diritti umani, il cui Alto Commissario è l’ex presidente cilena Michelle Bachelet.
«I difensori dei diritti umani, non solo quelli che lavorano su questioni Lgbt, temono per le loro vite in Brasile», si legge nella dichiarazione presentata al Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite.
Fonte ANSA