fbpx

La Svizzera ha detto ‘sì, lo voglio!’ Oltre il 60% dei cittadini ha votato in favore del matrimonio egualitario al referendum

Risultato referendum matrimonio coppie gay Svizzera

Il risultato del referendum sul matrimonio per le coppie gay in Svizzera non ha sorpreso nessuno. Il 64.10% dei cittadini elvetici si è detto favorevole al matrimonio egualitario per le coppie LGBT+. Anche coppie non eterosessuali, dunque, potranno avere il diritto di sposarsi e di formare una famiglia.

I sondaggi prima del referendum che si è tenuto ieri, domenica 26 settembre 2021, avevano previsto questo risultato. Il matrimonio egualitario, infatti, diventa ufficiale dopo l’approvazione della Legge avvenuta nel 2020. Nonostante l’ostruzionismo dei conservatori di UDF e UDC, che avevano raccolto 50.000 firme per arrivare ad un referendum che abrogasse la legge approvata con fatica, il popolo svizzero si è dimostrato più avanti di altri.

In questo modo, dunque, la Svizzera diventa il 29esimo paese al mondo ad approvare il matrimonio egualitario e il 17esimo in Europa. L’Italia, così, diventa l’ultimo paese dell’Europa occidentale a non avere ancora approvato il matrimonio per le coppie LGBT+. Sorpresi di questo? Noi no, purtroppo.

Risultato referendum Svizzera matrimonio coppie gay: la situazione in Italia

Se la Svizzera ha detto ‘sì, lo voglio’ al matrimonio per le coppie same-sex, rispondendo in modo positivo al referendum, decretando, inoltre, che anche le coppie LGBT+ potranno adottare e facendo usufruire della fecondazione in vitro le coppie lesbiche, in Italia la situazione è ben diversa. Nel nostro Stato, infatti, si ha difficoltà anche ad approvare un semplice testo contro l’omofobia. Nello specifico, Il DDL Zan è stato rimandato (forse) a dopo le elezioni amministrative di ottobre.

Nessuno partito sembra voglia assumersi la responsabilità di approvare una legge che garantirebbe maggiori tutele. Nemmeno i Movimenti che si definiscono progressisti. Attualmente, infatti, solo il Partito Gay si sta muovendo per provare a garantire agli LGBT+ gli stessi diritti. Anche sul matrimonio egualitario tale movimento si è espresso, mediante un comunicato del portavoce e del candidato a sindaco di Roma Fabrizio Marrazzo. La sua idea, nello specifico, è quello di portare il referendum sul matrimonio per le coppie LGBT+ anche in Italia. Secondo Marrazzo, infatti, gli italiani sono più avanti della Politica e il referendum lo dimostrerà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *