Ragazzo gay aggredito: “non voglio uscire di casa”

Standard

Un giovane di 22 anni, Jordan Mason, è stato insultato prima verbalmente e poi aggredito fisicamente mentre rientrava a casa da solo, dopo una festa.

Potrebbe stupirci, ma questo episodio è accaduto in Inghilterra, precisamente a Bollington, a testimonianza del fatto che anche nei paesi in cui i diritti civili sono più avanzati, non si può e non si deve abbassare la guardia. 

Jordan si trovava a camminare da solo, come altre volte, quando ha sentito “fott*uto fr**io”, nemmeno il tempo di girarsi ed è stato colpito da una pietra sulla testa. Il suo aggressore è poi fuggito lasciandolo incosciente a terra. 

Ora la polizia sta indagando per risalire all’agressore ma Jordan è molto spaventato perché non è il primo episodio omofobo e non riesce più a vivere la sua vita serenamente, soprattutto all’imbrunire come ha dichiarato al Manchester Evening News “Quello che mi è successo, sta accadendo sempre più spesso a Manchester. Ogni volta che apro Facebook mi capita di scoprire che qualcuno ha subito un crimine d’odio. Non riesco a credere che questo accada ancora nel 2019. Non riesco proprio a credere che ci siano ancora persone con una mentalità così chiusa là fuori e questo mi fa davvero paura. Di giorno mi sento bene ma di notte continuo a pensare cosa succederà. Mi guardo costantemente le spalle e non voglio uscire di casa.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *