fbpx

Prete Barrafranca, omelia omofoba: “Si vantano oggi di quello di cui dovrebbero vergognarsi”. Il Sindaco del paese lo difende

Il Prete della Chiesa ‘Grazia’ di Barrafranca, paese in provincia di Enna, si è lasciato andare in una omelia omofoba e piena di odio nei confronti della comunità LGBT+.

La famiglia fondata sull’unione tra un uomo e una donna. Ogni altro tipo di unione è contro-natura

Queste le parole che sono state pronunciate a Natale dal parroco Salvatore Nicolosi, della chiesa Grazia di Barrafranca (Enna).

Sembra che il 2020 sarà ricordato, purtroppo, come l’anno in cui abbiamo potuto assistere ad un cospicuo numero di episodi e dichiarazioni di stampo omobilesbotransfobico.
In un periodo storico di emergenza sanitaria in cui, invece, avremmo dovuto sentire maggiormente lo stare nel rispetto altrui.

Omelia omofoba del Prete di Barrafranca: interviene il sindaco e lo difende

Dopo che il Prete di Barrafranca ha recitato in una omelia omofoba, il sindaco del paese è intervenuto e ha difeso il Parroco.

In una diretta su Facebook datata 28 dicembre 2020, infatti, a partire dal minuto 6, Fabio Accardi ha detto che Don Nicolosi ha solo espresso il proprio pensiero.
Di seguito vi riportiamo l’estratto del primo cittadino.

“Testi sacri, filosofici, leggiamo per aiutare a costruire la nostra conoscenza e identità. Predichiamo la tolleranza, però poi siamo intolleranti nel pensiero degli altri.
Predichiamo rispetto dell’opinione altrui, ma solo quando l’opinione altrui è uguale alla nostra.
Predichiamo la pace ma solo se ci conviene che gli altri facciano quello che vogliamo noi. Predichiamo la libertà di pensiero ma viviamo di stereotipi e di cliché preconfezionati dalle mode del momento”

Ad intervenire sulle affermazioni che discriminano fortemente la comunità LGBT+ e le famiglie omogenitoriali è stata Arcigay Catania
Associazione sempre in prima linea a difesa dei diritti. Il loro post sui social network riportava quanto segue:

“A Natale, con una pandemia in corso, oltre 70.000 sedie che resteranno vuote in altrettante famiglie, migliaia di ricoverati in terapia intensiva, Salvatore Nicolosi, parroco della chiesa Grazia di Barrafranca (Enna), non trova ispirazione migliore, per la celebrazione della “Festa della Santa Famiglia” , che attaccare le nostre relazioni e i nostri affetti definendoli ‘contronatura’”.

Anche il Parito Gay – LGBT+, Solidale, Ambientalista e Liberale è intervenuto sulla vicenda chiedendo maggiore tutela per la comunità LGBT+ e schierandosi dalla parte delle persone arcobaleno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *