fbpx

La terza stagione di Pose approda su Netflix anche in Italia: ecco la data di uscita

Il dance-musical drama Pose 3 approderà su Netflix questo autunno in Italia. La terza stagione sarà l’ultima dell’amata serie TV e la data di uscita, con più precisione, dovrebbe essere il prossimo 23 settembre 2021. Da quel giorno, dunque, dovrebbe essere disponibile nel catalogo multimediale della nota piattaforma di streaming digitale.

Ideata da Steven Canals, Brad Falchuk e Ryan Murphy, la serie corale è ambientata tra gli anni Ottanta e Novanta e si basa sulla sottocultura delle ballroom newyorkesi. Questi sono luoghi di aggregazione ed esibizione centrali per la comunità transgender non bianca. Da una parte troveremo la scena sociale, letteraria e il mondo delle ball, dall’altra il lussuoso universo dell’era Trump.

Pose 3 di Netflix, trama e cast della terza stagione di Pose

Prima di partire con la trama della terza stagione di Pose che sarà disponibile su Netflix, anche in Italia, probabilmente a partire dal prossimo 23 settembre 2021, è doveroso fare un breve riassunto di quello che è successo nelle stagioni precedenti. Intanto, vi anticipiamo che gli episodi sono 7, non otto come gli anni precedenti, e che l’ultimo dovrebbe essere stato diviso in due parti.

  1. Prima stagione – Ci troviamo alla fine degli anni Ottanta mentre la New York bianca degli yuppies prosegue la sua ascesa. La ball culture costituisce una rete di protezione per le persone non conformi, invisibili e marginalizzate dalla società. È organizzata in “House”, dirette da “madri”, che si incaricano di prendere con sé soggetti marginalizzati che poi si sfidano in sfilate secondo categorie codificate. Blanca si emancipa dalla vezzosa madre Elektra e fonda la sua House. In essa accoglie la fragile sex worker Angel, l’aspirante ballerino Damon e altri giovani senzatetto. Le protagoniste subiscono discriminazioni e violenze. Fortunatamente possono contare sulle proprie reti affettive, spesso più forti e autentiche di quelle convenzionali;
  2. Seconda stagione – Siamo nel 1990 e l’uscita di Vogue di Madonna porta improvvisamente visibilità alla scena della ball culture. Oltre che da drammi tragicamente all’ordine del giorno, la comunità è colpita duramente dall’epidemia di HIV. Blanca, Angel e persino una riluttante Elektra cominciano a fare attivismo per contrastare la politica invisibilizzante del governo ed esporre il proprio dramma alla società civile;
  3. Terza stagione – Corre l’anno 1994 e la ballroom sembra ormai un ricordo lontano per Blanca (MJ Rodriguez) che fatica a trovare un equilibro tra essere madre, essere presente come partner per il suo nuovo amore e il suo recente ruolo di aiuto infermiera. Nel frattempo, con l’AIDS diventata ormai la causa primaria di morte per gli Americani tra i 25 e i 44 anni, Pray Tell (Billy Porter), si scontra con oneri sanitari inaspettati. In tutto ciò, la minaccia di una nuova house costringe la House of Evangelista a lottare per la propria eredità. Infatti, i componenti della famiglia dovranno lottare con le unghie e con i denti per mantenere la propria posizione. Dal basso alle stelle. Un lungo cammino che non intendono vanificare.

Ad affiancare Porter e Rodriguez ci saranno tutti i protagonisti delle precedenti stagioni: Dominique Jackson, Indya MooreRyan Jamaal SwainDyllon Burnside Angel Bismark Curiel.

3 Curiosità sulla serie tv che forse non conoscevi

  1. Uscita per la prima volta nel maggio 2018, è stata candidata a molti premi e ne ha vinti diversi tra cui due Golden Globe;
  2. Pur essendo un’opera di narrativa creativa, la serie è “fortemente ispirata” al documentario del 1990 di Jennie Livingston Paris Is Burning. Molti fatti e personaggi sono basati su fatti e persone reali, mentre diverse persone presenti nel documentario appaiono anche nella serie. Creatori e produttori della serie considerano Paris Is Burning non solo un testo che ha contribuito a dare forma allo spettacolo, ma anche alle loro identità la prima volta.
  3. Dopo una ricerca di casting a livello nazionale di sei mesi, la produzione ha annunciato di aver assemblato il cast più grande mai realizzato per una serie. Le attrici transgender che si sono unite al cast principale sono MJ Rodriguez, Indya Moore, Dominique Jackson, Hailie Sahar e Angelica Ross. Gli attori cisgender hanno annunciato contemporaneamente Ryan Jamaal Swain, Billy Porter e Dyllon Burnside. Si crede che la serie includa più di 50 personaggi transgender. Il giorno dopo i casting, FX annunciò che anche Evan Peters, Kate Mara, James Van Der Beek e Tatiana Maslany si sarebbero uniti alla serie e avrebbero interpretato rispettivamente Stan, Patty, Matt e un insegnante di danza. Accanto all’annuncio dell’ordine della serie, è stato riferito che Maslany aveva abbandonato la serie in seguito alla riqualificazione della sua parte in quella di una donna afroamericana di 50 anni. Il personaggio sarà ora interpretato da Charlayne Woodard;

 

Curiosi? Tutti pronti a vederla?

 

 

Raph

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *