fbpx

Omofobia nel mondo del pattinaggio sul ghiaccio

Un nuovo episodio di omofobia, questa volta nel mondo del pattinaggio: Yagudin al pattinatore gay: “Quando crepi? Sei un errore”.

È arrivato pochi giorni fa l’emozionato coming out del pluricampione del mondo Guillaume Cizeron  sulle pagine dell’Équipe e con un post sui social, ma nel mondo del pattinaggio sul ghiaccio esplode la polemica per l’omofobia. Un disprezzo proveniente specie da parte del mondo russo, particolarmente retrogrado in tema di omosessualità.

In passato Roman Kostomarov, ex campione olimpico nella danza, aveva attaccato proprio Cizeron durante un commento tv. L’esibizione del francese in coppia con Gabriella Papadakis all’Nhk Trophy 2018 era stata archiviata con queste parole sulla tv di Stato russa: «Il loro modo di pattinare è grandioso, non posso dire nulla di negativo a riguardo. Ma non mi piacciono come coppia: è un pattinaggio gay, e non ne sono un fanatico. Cizeron è il partner maschio e dovrebbe comportarsi da uomo, ma non è chiaro se sia il pattinatore maschio o femmina. Pattinano alla grande, sì, ma ad esempio Tessa (Virtue) e Scott (Moir) hanno pattinato come una vera coppia. Un uomo e una donna, vera danza su ghiaccio. Con loro (Papadakis and Cizeron), non è chiaro». Il duo francese, argento olimpico, ha vinto quattro ori mondiali , cinque europei e due volte le finali del Grand Prix.

 

Adesso nel mirino c’è invece un altro grandissimo ex, anche lui attualmente commentatore tv, Aleksei Yagudin che ha addirittura augurato la morte a un pattinatore americano, Adam Rippon. Lo statunitense, omosessuale dichiarato, aveva pubblicato infatti un post a sostegno delle proteste per la morte di George Floyd esaltando anche altre minoranze: «Le vite dei neri e quelle delle persone Lgbt contano». E Yagudin, in una storia su Instagram, aveva scritto: «Adam Rippon, quando creperai? Sei uno sbaglio della Terra».

Parole forti, orribili, che non dovremmo più sentire, specie nel mese di giugno, specie da un professionista di fama mondiale, specie nel 2020.

Un commento su “Omofobia nel mondo del pattinaggio sul ghiaccio”

  1. «Adam Rippon, quando creperai? Sei uno sbaglio della Terra» è una traduzione sbagliata. Ha insultato non Adam ma i neri transgender a cui Adam ha fatto la donazione. Quel “sbaglio della terra” e “crepatevi” era rivolto a loro ciò oviiamente non sminuisce la gravità di quello che aveva postato. Poi si è scusato ma Adam non ha accetato le sue scuse e in più ha fatto un’altra donazione ai neri transgender a nome di Yagudin per protesta. Siate precisi quando scrivete gli articoli o non pubblicate niente!!! Che giornalisti siete?!

Comments are closed.