fbpx

Gravidanza e persone trans

Donna incinta del datore di lavoro viene prima cacciata di casa dall'imprenditorie e poi licenziata

In questo paese non c’è molta informazione sulla gravidanza delle persone trans e le poche notizie che vengono divulgate sono spesso in modo non corretto. Oggi cerchiamo di fare un po’ di chiarezza.

Quando è possibile una gravidanza?

  1. donna biologica cis gender ovvero una donna che si definisce donna tramite rapporto o inseminazione artificiale;
  2. donna trans con trapianto di utero. È bene specificare che, attualmente, è una procedura sperimentale sulle donne trans (non in italia) ed è molto costosa, oltre che parecchio invasiva. Anche per questi motivi i casi sono rari. Viene fatto anche in casi in cui una donna biologica non abbia un utero (ad esempio per una malattia rara);
  3. uomo trans che non abbia subito un’isterectomia (operazione chirurgica per rimuovere l’utero). Nonostante tra le controindicazioni dell’assunzione del testosterone vi sia indicata la possibilità di rimanere sterili, il testosterone non è un contraccettivo, ragione per cui, in alcuni casi, è possibile concepire;

Sapete perché un uomo trans potrebbe decidere di portare avanti una gravidanza? No. Sapete perché non lo possiamo sapere? perché ogni individuo è a sé. Essere un uomo trans non significa sempre non voler concepire. Possiamo provare a dedurre che si può provare disforia perché la parte del petto diventa più gonfia e sensibile, ma noi non possiamo  giudicare. Questo paese non è pronto alla gravidanza di persone trans perché nessuno (o troppo pochi ) sono pronti al confronto. Per parlare di alcuni argomenti è necessario confrontarsi con le persone che vivono quel momento o essere quelle persone.

 

Raph

One thought on “Gravidanza e persone trans”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *