fbpx

GF Vip: inclusione o spettacolo?

Elenoire Ferruzzi al Gf VIP: inclusione o spettacolo?

Visto il cast che quest’anno include diverse figure del mondo LGBT+, una domanda sorge sul GF VIP: inclusione o spettacolo? L’attesissima trasmissione di Canale 5 ha riaperto i battenti ed è tornata a far parlare di sé per i protagonisti attualmente all’interno della casa. Elenoire Ferruzzi, Giovanni Ciacci e Alberto De Pisis sono i volti principali chiamati a rappresentare la comunità LGBT+ per la settima edizione della trasmissione condotta da Alfonso Signorini.

In maniera diversa tra loro, questi personaggi offrono allo show uno spaccato variegato e non conforme della realtà. Prima tra tutti, Elenoire Ferruzzi ha già fatto impazzire le pagine social, scatenando un folto seguito per i suoi modi rumorosi e iconici. Una figura di questo tipo non manca mai di suscitare pareri controversi che la collocano però al centro dell’attenzione. Elenoire è una donna che oltrepassa volutamente i limiti della società ed è forse anche per questo che Signorini l’ha voluta per il suo show. Il punto è però proprio questo: quanto c’è di attualizzazione e quanto di semplice “mostra”? Il mondo LGBT+ non è tutto un’esagerazione, come al pubblico spesso piace immaginarlo. Elenoire dovrebbe mostrare e insegnare la libertà che lei stessa si è conquistata come donna transgender, non essere ridotta all’eccesso che nutre il trash televisivo.

La rappresentazione della comunità LGBT+ al GF VIP 7: inclusione o spettacolo?

Altri personaggi LGBT+ popolano la casa del GF VIP 7: uno di questi è Giovanni Ciacci, che torna in tv dopo l’esperienza di “Ballando con le Stelle”. Per la prima volta, infatti, un concorrente sieropositivo varca la soglia della casa più spiata d’Italia. Ciacci porta un messaggio di grande importanza sociale: “Vorrei abbattere il muro dell’ignoranza, perché nel 2022 l’HIV non è più mortale se curato nella maniera giusta. Si può vivere e non più sopravvivere.”Giovanni Ciacci al Gf VIP: inclusione o spettacolo?

Al fianco di Elenoire Ferruzzi e di Giovanni Ciacci, anche Alberto De Pisis, ex fidanzato di Taylor Mega, benché dichiaratamente omosessuale. Trentaduenne originario di Milano, è stato spesso ospite dei programmi di Barbara D’Urso. De Pisis annovera diverse amicizie nel mondo dello spettacolo, come quella con Tommaso Zorzi, a sua volta vincitore di un’edizione del Grande Fratello versione vip. A completare il quadro è arrivato anche il coming out da parte di un’altra gieffina, ovvero Ginevra Lamborghini. La figlia dell’imprenditore Tonino Lamborghini, nonché sorella di Elettra (con cui non scorre buon sangue) ha rivelato di aver avuto relazioni con due donne.

In un momento storico in cui l’Italia si dimostra sempre meno attenta alle necessità delle minoranze, dare a queste ultime un volto e una voce è di vitale importanza. L’idea di presentare al grande pubblico la varietà di espressioni che il mondo lgbt+ porta con sé è preziosa. Quello che però lascia perplessi è il vero intento del GF Vip: inclusione o spettacolo? È facile puntare al “rumore” (e allo share) che può fare qualche personaggio controverso, ma non lo è altrettanto passare un messaggio di rispetto delle libertà. Ideali e argomenti di questo tipo appartengono a una democrazia ed è giusto portarli all’attenzione del grande pubblico. Attenti però che dietro l’angolo non ci sia una tagliente censura.

 

Fonte: trend e IlGiorno