fbpx

Lo sproloquio di Meloni non ha aiutato Macarena Olona di Vox: La Spagna non è l’Italia

discorso di Giorgia Meloni a Marbella per sostenere Macarena Olona di Vox fa perdere voti al Partito spagnolo

Il discorso (sproloquio) di Giorgia Meloni andato in scena una settimana fa in Spagna a Marbella (Malaga), per sostenere Macarena Olona di Vox non ha portato gli effetti sperati. In Andalucia, infatti, la candidata in questione ha perso voti rispetto alle ultime politiche di fine 2019. È scesa dal 20,6% all’attuale 13,4%. Ha preso meno di 500 mila voti, perdendone 400 mila in due anni e mezzo. L’unica nota positiva, per lei, è che rispetto alle Amministrative del 2018 ha guadagnato due seggi.

Questo dimostra che la Spagna non è l’Italia. L’estremismo, la propaganda becera e spicciola sui cittadini iberici non attacca. Mentre nel nostro Paese si fa leva sulla rabbia del popolo, facendola sfogare contro LGBT+ e minoranze varie perché viene fatto credere che sono loro il problema di uno Stato allo sbando, in Spagna questo meccanismo non funziona. Questo tipo di macchina, oltre i Pirenei, si inceppa e ti fa perdere posizioni.

Anche la stessa Macarena Olona ha detto che Vox non ha raggiunto i risultati che si aspettava. Il capo del partito Abascal, invece, ha riferito che probabilmente bisogna rivedere la strategia comunicativa. Come a dire, sostanzialmente: “Mannaggia a me e a quando ho invitato quella”. Anche loro, dunque, sanno che il popolo spagnolo, per fortuna, è diverso da quello italiano e che su certi argomenti non si può far leva. Come è giusto che sia. Inoltre, in Spagna, è diverso anche il Partito di estrema destra. Diciamo che Vox, paragonato a Fratelli d’Italia, potrebbe essere quasi definito un partito “moderato”.

Discorso di Giorgia Meloni contro LGBT+ in Spagna non aiuta Vox: Macarena Olona la pensa in modo quasi opposto a leader di Fratelli d’Italia

Sia chiaro: non stiamo scrivendo che Vox è un Partito gay-friendly o che siamo a favore della estrema destra spagnola. Il messaggio che vorremmo passasse è che la destra spagnola, così come quella di altri Stati dell’Europa occidentale, non è come quella italiana. Becera, propagandistica e odiatrice seriale. Nella penisola iberica non è così ed è anche per questo che lo sproloquio di Meloni è stato completamente fuori contesto. Probabilmente non sarebbe andato bene nemmeno nell’Ungheria di Orban. Vi ricordiamo, infatti, che il popolo ungherese ha bocciato da poco il Referendum anti gay.

Torniamo a Macarena Olona di Vox. Lei non la pensa come Giorgia Meloni sulle persone LGBT+. L’11 aprile 2021 a TeleMadrid, infatti, la candidata dell’Andalucia in questione ha detto: “(…) In Spagna siamo per l’uguaglianza dei diritti. Se mio figlio mi dicesse che è gay, mi comporterei in modo intelligente e cercherei di essere la suocera preferita del suo partner (…)” Ecco, non proprio il pensiero di Meloni e della destra nostrana. In Spagna, come in Francia, anche i Partiti di estrema destra non mettono in discussione i diritti delle persone LGBT+. Da loro sono diritti acquisiti. In Italia, caso unico in Europa occidentale, ancora no.

Dunque, a questo punto, viene il dubbio che Giorgia non abbia sfruttato il palco di Marbella per parlare indirettamente agli italiani e che di Vox e di Olona non gliene fregasse proprio nulla. Se così fosse, sarebbe una ottima strategia di comunicazione che, purtroppo, come abbiamo già visto in Italia funziona.

 

Fonte: ElPais; TeleMadrid

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.