fbpx

Covid-19: le persone continuano a cercare il sesso occasionale

Il Covid-19 non ferma la ricerca di sesso occasionale, soprattutto tra le persone omosessuali.
Questo, ovviamente, va contro le misure restrittive che sono state adottate in Italia, ma anche in quasi tutto il mondo.
Per arginare il contagio del Coronavirus, infatti, si è passati ad un distanziamento sociale.
Non si può più uscire di casa se non per validi, essenziali e comprovati motivi.
Inoltre, non ci si può abbracciare, stringere la mano e dobbiamo stare ad almeno un metro di distanza gli uni dagli altri.

Queste sono solo alcune delle norme che sono state adottate e che, nelle ultime settimane, hanno ridefinito la nostra quotidianità.
Sono oltre sessantacinque mila le vittime in tutto mondo causate dal Coronavirus.
Nonostante i contagi e i decessi a causa del virus continuino ad aumentare, non diminuiscono troppo i rapporti occasionali.
A darne la notizia è l’indagine fatta da “Queer Voice Heard” pubblicata qualche giorno fa.
In particolare per il popolo LGBTQ+, la statistica in questione, non è proprio rosea.

Covid-19 e il sesso occasionale: due persone omosessuali su dieci cercano incontri online.

 

Covid19-rapporti-occasionali-etero-omosessuali-sesso-chat-incontrill Covid-19 frena, ma non troppo, la ricerca di sesso occasionale tra le persone omosessuali.
Come viene riportato dal sito “Ilpuntoh.com“, infatti, sembrerebbe che circa il 28% del popolo LGBTQ+ prenderebbe ancora in considerazione la ricerca di un appuntamento online tramite app di incontro.
Non ci sarebbe nulla di male, se non fosse che le “voglie”, non sono motivi essenziali inseriti nei vari decreti.
Nello specifico, presentandosi ad un appuntamento con una persona conosciuta in chat e avere un rapporto occasionale, si viola la legge attualmente in atto.

I partecipanti al sondaggio hanno dichiarato che la loro paura e quella che la vita possa peggiorare nei prossimi sei mesi.
Inoltre, sia eterosessuali che omosessuali, sono preoccupati per l’impatto del Coronavirus sulla loro salute fisica e mentale.
Il pessimismo è stato riscontrato in tutte le identità sessuali, sia etero che non.
Sembrerebbe, però, che le persone omosessuali siano più propense a cercare rapporti occasionali nonostante i rischi di contrarre il virus e i divieti imposti.

Certamente ci sono virus che fanno più paura del Covid-19.
Ed è anche altrettanto vero, che si sa così poco di questo Coronavirus che è meglio non sottovalutarlo.
Per questo continuare a cercare rapporti sessuali occasionali in questo momento storico non è una buona idea.
Sappiamo che può essere difficile resistere “alla carne” e alle “tentazioni”, ma vi invitiamo comunque a farvi coraggio nell’affrontare questa quarantena nel modo corretto.
Proteggiamo la nostra salute e quella degli altri, per tornare quanto prima alla nostra quotidianità.

Simone D’Avolio