fbpx

Donna Trans paramedico vittima di omotransfobia

Una donna trans paramedico è vittima di omotransfobia da quando ha fatto coming out. Tutto questo succede nel Regno Unito.

“Ci sono state volte in cui mi hanno sputato addosso solo per quello che sono. A volte quando mi vedono alla porta mi chiedono ‘cosa sei?’. Questo non va proprio bene. ‘Sono prima di tutto un paramedico e sono qui per aiutarti’, gli rispondo. La maggior parte delle persone da cui andiamo è così simpatica e apprezza l’aiuto che offre il servizio di ambulanza. È solo quella piccola minoranza che rovina tutto per tutti”.

Questo è quanto ha sostenuto Meech, il quale ha spiegato inoltre che quando accadono questi incidenti ti fanno davvero male nel profondo.

Donna trans paramedico vittima di omotransfobia: la storia di Steph Meech

Steph Meech, 53 anni, lavora per il South East Coast Ambulance Service (Secamb) nel Regno Unito ed è paramedico da 20 anni. E si identifica come una donna. Nonostante i lunghi anni di servizio alla comunità e la sua gentilezza, riconosciuta da tutti, dopo il suo coming out è stata vittima di transfobia da alcuni dei suoi pazienti.

Gli episodi non sono pochi e, in alcuni casi, è stato necessario anche l’intervento di un’ambulanza. Alcuni addirittura le sputavano addosso o peggio, si rifiutavano di farsi curare da lei. Fortunatamente non tutti hanno lo stesso comportamento, molti la appoggiano.  La paramedico ha però affermato che da quando ha fatto coming out può finalmente essere il suo “vero sé” e si sente “illuminata” dal cambiamento.

“Ora posso mostrare il mio vero io. Questo è quello che sono e ho dovuto tenerlo nascosto per così tanto tempo”

La donna ha inoltre aderito a una campagna nazionale “Lavora senza paura” per prendere di mira la crescente aggressività e violenza contro il personale delle ambulanze. Vi voglio ricordare che durante la pandemia, ancora in atto, abbiamo chiamato queste persone “eroi”, lodandoli. Non dimentichiamocelo. E poi …c’è un limite a tutto e in questo caso è stato più che oltrepassato.

 

Raph

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.